Che cos’è la Compostela?

La Compostela

Da quando il pellegrinaggio alla Tomba di San Giacomo, sorto spontaneamente durante i secoli IX e X, si istituzionalizzó acquisendo via via significati sociali e religiosi, si rese necesario certificare di averlo compiuto. Per questo motivo, all’inizio, si utilizzarono i simboli che potevano avere solo a Santiago come la conchiglia del pellegrino

E’ facile dedurre la facilità con cui si poteva falsificare questa rudimentaria certificazione. Questo obbligò i prelati di Compostela e lo stesso Papa a decretare pene di scomunica contro i falsificatori. Più efficaci, dal momento che erano più difficili da falsificare, erano le cosiddette lettere probatorie, autorizzate a partire dal XIII secolo. Queste lettere rappresentano l’origine della Compostela. Nel XVI secolo i Re Cattolici diedero vita alla Fondazione del Hospital Real e fecero costruire l’edificio che oggi occupa l’Ostello dei Re Cattolici, trasformato nel 1954 in un hotel di lusso. Presentando La Compostela, i Pellegrini avevano il diritto ad alloggiare gratis per tre giorni. Le necessità sanitarie dei Pellegrini trasformarono questa istituzione, dopo le necessarie ampliazoni, nell’ospedale più importante di tutta la Galizia e successivamente, nella sede della scuola medica compostelana.

L’apparizione dei veicoli a motore e la massificazione del turismo fu l’inizio di una crisi per il pellegrinaggio. Lo sforzo ed il sacrificio per l’espiazione dei peccati, che fino a quel momento erano i motivi del pellegrinaggio, lasciarono il posto ad una attività di piacere e ad un modo per passare le vacanze. Le autorità civili di altri santuari iniziarono a concedere certificati imitando la Compostela. Per questo la Cattedrale attualmente limita la Compostela a tutti coloro che arrivano alla Tomba dell’Apostolo per motivi religiosi. A piedi, in bicicletta e a cavallo. Si esige aver compiuto come minimo gli ultimi 100 chilometri a piedi o a cavallo oppure gli ultimi 200 chilometri in biciletta. Restano escluse altre forme di pellegrinaggio ad eccezione dei portatori di handicap, che possono venire con la sedia a rotelle senza motore.

Chi siamo / Lavora con noi | © Tutti i diritti riservati | Avviso Legale | Sviluppo “Grupo Promedia”